Skip to main content

TEOREMA DI LAGRANGE

il teorema di Lagrange è una generalizzazione del teoreme di Rolle

Il teorema di Lagrange afferma che quando una funzione ad una variabile è continua e derivabile in un intervallo compatto (chiuso e limitato), allora ammette almeno un punto in cui la derivata prima è pari al rapporto incrementale che c’è tra i punti estremi dell’intervallo.

Il teorema può essere considerato come un’espansione del teorema di Rolle formulato quasi un secolo prima.

Da un punto di vista geometrico tale derivata è pari alla pendenza della retta che congiunge gli estremi.

Prima di addentrarci nel teorema vediamo insieme chi era Lagrange.

TEOREMA 

IPOTESI

Continua nell’intervallo [a,b] chiuso e limitato (compatto)

Derivabile in (a,b) intervallo aperto e limitato

TESI

Esiste un punto c ∈ (a,b) tale che

OSSERVAZIONE 1- INTERPRETAZIONE GEOMETRICA

Nel punto c di cui si dimostra l’esistenza la derivata prima è pari al rapporto incrementale tra i punti estremi dell’intervallo.

Sapendo che la derivata prima esprime il coefficiente angolare della retta tangente al punto nel punto c tale coefficiente angolare è pari alla pendenza della retta passante per i punti estremi dell’intervallo.

La retta tangente è dunque orizzontale e la sua equazione è y = f(c).

Nota bene:

La retta tangente nel punto c è parallela alla retta passante per i punti A(a, f(a)) e B(b, f(b).

Essa può essere ottenuta come una traslazione di questa ultima retta fino al punto di tangenza (c) alla funzione.

OSSERVAZIONE 2-POSSIBILE ESISTENZA PIU’ PUNTI C

Attenzione che il teorema afferma l’esistenza, sotto opportune ipotesi, di un punto c tale che ha derivata nulla.

Questo punto potrebbe anche essere più di uno.

Si veda ad esempio il grafico sottostante:

OSSERVAZIONE TRE – ESPANSIONE DEL TEOREMA DI ROLLE

Il teorema di Lagrange è un’espansione del teorema di Rolle formulato nel 1691.

Il teorema di Rolle può essere visto come un caso particolare del Teorema di Lagrange.

DIMOSTRAZIONE:


Partendo dalle suddette ipotesi consideriamo la funzione:

  • F(x) è continua in [a,b], perché somma di funzioni continue in [a,b]
  • F(x) è derivabile in (a,b), perché somma di funzioni derivabili in (a,b)

Determiniamo ora k di modo che F(x) soddisfi la terza ipotesi del teorema di Rolle, cioè si abbia che F(a) = F(b).

Avremo dunque che:

Sostituiamo dunque nella funzione:

Poiché F(x) soddisfa le ipotesi del teorema di Rolle, esiste almeno un punto c ∈ (a,b) tale che 

Calcoliamo ora la derivata di F(x),

Nel punto c avremo dunque che:

Otteniamo dunque la tesi, ovvero che nel punto c la derivata vale:

C.V.D.

ESERCIZIO SUL TEOREMA DI LAGRANGE

Nel video sotto andiamo a svolgere un esercizio sul teorema di Lagrange

HAI QUALCHE DOMANDA?

Se hai una qualsiasi domanda su questo teorema scrivi pure un commento qui sotto, sarò lieto di risponderti.

Se desideri approfondire questo ed altri teoremi della matematica ti invito a dare un’occhiata al corso che ho creato proprio a questo scopo.

Per vedere tanti altri video di matematica puoi inoltre seguire il mio canale 😉

6 Comments

  • Giovanni Carlini ha detto:

    Gentilissimo, grazie per questa iniziativa di pregio.
    Mi si consenta però delle domande:
    – perchè nella funzione di Rolle la funzione di “c” è pari a zero quando esiste una distanza misurabile in ascissa tra il punto “b” e l’a?
    – la funzione di Lagrange m’interessa per le applicazioni in economia di massimizzazione vincolata, come posso passare da questa impostazione a quella che cerco?
    – inutile dirLe (è un mio limite) che la dimostrazione non mi spiega il concetto.
    Grazie e buon lavoro.

    • Andrea ha detto:

      Grazie.
      Nel teorema di Rolle attenzione che non si annulla la funzione, ma si annulla la DERIVATA PRIMA.
      Quando la derivata prima si annulla il punto è definito stazionario.
      Sia Rolle che Lagrange sono utilizzati nei problemi di massimizzazione dei profitti , o massimizzazione dei ricavi o minimizzazione dei costi.
      Ad essermi quando il profitto di un’azienda è massimo i ricavi marginali eguagliano i costi marginali.
      In altre parole la derivata prima dei ricavi eguaglia la derivata prima dei costi.
      Ancora detto in altre parole la derivata prima del profitto, ovvero il profitto marginale è nullo.
      E quando la derivata è nulla qui abbiamo un punto stazionario.
      Quindi potrebbe essere un punto di Rolle.

  • Luigi ha detto:

    Articolo molto utile!!

  • De Palma Anna Chiara ha detto:

    Il teorema di Lagrange è valido nel caso di una funzione lineare?

Leave a Reply